detrazioni fiscali 

Contributi provinciali per la costruzione, il risanamento o l'acquisto della prima casa (edilizia abitativa sovvenzionata)


Per accedere a un contributo edilizio provinciale occorre essere in possesso di specifici requisiti quali: residenza in provincia di Bolzano, età, certificato di lavoro, reddito non inferiore al minimo vitale, nessuna proprietà immobiliare ecc. L'importo e il tipo di finanziamento (mutuo a interessi zero o contributo in unica soluzione) sono definiti sulla base di un'apposita graduatoria. I criteri di assegnazione dei punti per la graduatoria sono: condizioni economiche della famiglia, numero dei componenti della famiglia, anni di residenza in provincia di Bolzano, provvedimento di sfratto, revoca dell'alloggio di servizio, occupazione di un'abitazione dichiarata inabitabile o sovraffollata, formazione di una nuova famiglia, il/la richiedente o un/a dei familiari è un/a mutilato/a o un/a invalido/a civile o del lavoro.

Qualora l'abitazione presenti valori di consumo inferiori del 25 % ai requisiti minimi di rendimento energetico (50 kWh/m² e anno meno 25%), il contributo provinciale è aumentato del 5 %. Per delibera Provinciale (Nr. 934 del 20.06.11) questo aumento è stato sospeso a tempo indeterminato.

Ulteriori informazioni in:
www.provincia.bz.it/wohnungsbau/agevolazioni/index_i.htm
www.afb-efs.it/afb_it/vademecum-edilizia-abitativa/index.html

Detrazione IRPEF per la ristrutturazione detrazione IRPEF per la ristrutturazione di fabbricati


Per gli interventi di ristrutturazione e di manutenzione straordinaria di abitazioni ed edifici residenziali è prevista una detrazione fiscale dall'imposta sul reddito delle persone fisiche (ripartita in 10 anni). La detrazione fiscale è stata prorogata a tempo indeterminato.

Le spese per lavori di riqualificazione degli edifici, effettuati nel periodo dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013, possono essere detratte dall’imposta sul reddito nella misura del 50% (finora il limite era del 36%). Dal 01. luglio 2013 in poi verrà diminuito al 36%.

L’importo massimo di spesa da 48.000 euro è stato portato a 96.000 euro.

L'agevolazione è concessa per lavori di manutenzione straordinaria (interventi per il rinnovo e il miglioramento dell'edificio, sostituzione di serramenti, installazione impianto di riscaldamento, realizzazione di recinzioni ecc.), lavori di recupero e risanamento (riferiti a edifici di particolare valore storico o architettonico), trasformazione edilizia e altre opere suscettibili di finanziamento (ad es. interventi per il risparmio energetico, interventi per la messa in sicurezza ecc.) e altro ancora. Nel caso dei condomini sono finanziati anche i lavori di manutenzione ordinaria (manutenzione dell'edificio e dell'impiantistica).

La detrazione fiscale vale anche per l'acquisto dei fabbricati ristrutturati da imprese di costruzioni o da cooperative edilizie.
 

  • riqualificazione energetica di edifici esistenti, a condizione che il fabbisogno di energia primaria conseguito sia inferiore rispetto ai valori indicati dal d.lgs. del 11.03.2008. L'agevolazione, concessa fino a un tetto massimo di 100.000 euro, va ripartita in 10 rate annuali di pari importo. Le spese devono essere documentate e riguardare lavori iniziati entro il 31.12.2012;

 

  • interventi di risparmio energetico su edifici esistenti, parti di essi o unità immobiliari, a condizione che soddisfino i requisiti di trasmittanza termica (valori U). L'agevolazione riguarda strutture fisse verticali (muri) e orizzontali (coperture, pavimenti), come pure finestre e infissi. Concessa fino a un tetto massimo di 60.000 euro, deve essere ripartita in 10 rate annuali di pari importo. Le spese devono essere documentate e riguardare lavori iniziati entro il 31.12.2012;
  • sostituzione del vecchio impianto di riscaldamentocon un impianto dotato di caldaia a condensazione impianti geotermici a bassa entalpia o impianti con pompe di calore ad alta efficienza, e relativo adeguamento della rete di distribuzione. L'agevolazione, concessa fino a un tetto massimo di 30.000 euro, deve essereripartita in 10 rate annuali di pari importo. Le spese devono essere documentate e riguardare lavori iniziati entro il 31.12.2012;

 

  • acquisto di pannelli solariper la produzione di acqua calda. L'agevolazione, concessa fino a un tetto massimo di 60.000 euro, deve essere ripartita in 10 rate annuali di pari importo. Le spese devono essere documentate e riguardare lavori iniziati entro il 31.12.2012;

 

Novità per 2013

Dal 01/01/2013 fino al 30/06/2013 l’importo detraibile per la riqualificazione energetica viene ridotto al 50%.


  • Spese tecniche:possono anche essere detratte dall’IRPEF/IRES le spese per il rilascio del certificato energetico in caso di interventi di risanamenti totali o parziali ovvero le spese per la compilazione dei moduli tecnici per l’ENEA.